Volvo crolla a Stoccolma

Il peggioramento del clima borsistico internazionale non ha risparmiato le piazze europee, che però sono riuscite a limitare le perdite degli indici azionari tra lo 0,2 e lo 0,6%. A Francoforte è proseguito il rally di Fresenius (più 6%), mentre è crollata Siemens (meno 6%) che ha deciso di vendere a Continental la divisione Vdo. Il deludente trimestre di Volvo ha fatto crollare la quotazione a Stoccolma del 14%, mentre a Parigi non si fermano i ribassi di StM. A Londra negative le azioni minerarie, ma in crescita i farmaceutici. Mercato più resistente a New York, per effetto di «trimestrali» positive. Tra queste Amazon (più 24%) alla notizia degli ottimi risultati di periodo; in rialzo anche Boeing (più 3,7%) e Merck (più 2,4%) dopo l’annuncio dell’acquisizione di NovaCardia.