Volvo, per la Xc60 esordio tra le vele Un aiuto ai distratti

da Milano

A Porto Cervo, in questi giorni il maestrale soffia a 25 nodi con raffiche che sfiorano i 30. Le barche che partecipano al campionato del mondo Melges 24 sono messe a dura prova. Due regate sono state annullate: questi scafi, tecnicissimi e leggeri hanno dei limiti. Partecipano al Campionato mondiale Melges e sono i protagonisti della Volvo Cup Italia, una sfida che si ripete da anni sui nostri mari. A Porto Cervo sono 114 le barche concorrenti, 600 i velisti di 16 diversi Paesi, che si sono cimentati in regate estenuanti. In banchina, al centro di un’area con tante bandiere Volvo tese dal vento è esposta la nuova XcC60, l’auto apparsa per la prima volta al salone di Ginevra, che sarà commercializzata in autunno. Entra a testa alta in un segmento di mercato che sta dimostrando una grande capacità di crescita in tutto il mondo. La Xc60 basa il proprio fascino sulla sintesi tra il design audacemente sportivo e una gamma di sistemi di sicurezza intelligenti che aiutano il conducente a evitare gli incidenti: il «City Safety» è la grande novità.
È un sistema in grado di aiutare il conducente a evitare o ridurre gli effetti degli impatti a basse velocità, frequenti nel traffico cittadino e quando ci si trova incolonnati. Se l’auto sta per urtare il veicolo davanti a sé e il conducente non reagisce in tempo, l’auto frena da sola. «City Safety» vigila sul traffico davanti alla vettura grazie a un sensore laser integrato nella parte alta del parabrezza, all’altezza dello specchietto retrovisore. È in grado di rilevare veicoli ed altri oggetti fino a 10 metri di distanza. Le statistiche indicano che il 75% di tutti gli incidenti dichiarati avvengono a velocità inferiori ai 30 orari. Nel 50% dei casi il conducente non frena affatto prima della collisione, principalmente a causa della distrazione. Proprio in questi casi, «City Safety» interviene arrestando automaticamente la vettura se il guidatore sta per urtare il veicolo che lo precede. La collisione è evitata o, se ciò non è possibile, è ridotto il danno ad auto e persone.
«Siamo i primi al mondo a offrire questo tipo di sistema di serie. La nuova Xc60 è l’auto più sicura mai prodotta da Volvo. È dotata di tutto il know-how e la tecnologia che abbiamo maturato con gli anni, sia per quanto riguarda la prevenzione degli incidenti che la protezione di tutti gli occupanti in caso di collisione», dichiara Fredrik Arp, presidente della casa svedese. La nuova Xc60 (il prezzo è compreso tra 36,8 e 45mila euro) sarà inizialmente disponibile con motore turbo sei cilindri T6 da 285 cavalli e due turbodiesel da cinque cilindri: il D5 da 185 cavalli e il 2.4D da 163 cavalli. L’All wheel drive (Awd) con Instant Traction è di serie su tutte le varianti. Con le sue dimensioni compatte - la Xc60 è 20 cm più corta della Xc70 e più bassa della Xc90 - porta avanti la gamma di modelli snelli a elevata efficienza energetica. La Volvo XC60 sarà prodotta nello stabilimento Volvo Cars di Gent, in Belgio, in 67mila unità l’anno.