Voragini in Regione, Errani dai giudici per spiegare i bilanci

E ora il governatore dell’Emilia-Romagna Vasco Errani dovrà dar conto ai magistrati delle voragini nei bilanci della Regione. Le indagini si concentrano, riporta Italia Oggi, sulla società Sapro, nata per acquisire e urbanizzare aree industriali sbloccate dai Comuni che ne fanno parte: le quote societarie distribuiti per il 33% Forlì, uguale parte per Cesena, 16% alla Provincia di Forlì-Cesena, 6% alla Camera di Commercio, più partecipazioni distribuite su altri quattro comuni della Regione. Sotto la lente dei pm debiti per 138 milioni di euro accumulati dal 1995 e gestione «politicizzata» degli incarichi: per la Sapro è stato chiesto il fallimento d’ufficio, e c’è anche un’inchiesta penale con sei indagati per falso in bilancio e bancarotta fraudolenta. Ma non è tutto. L’Ausl di Forlì versa in cattivissime acque con un «buco» da 60 milioni di euro, mentre su altri 60 in appalti sono in corso indagini.