«Vorrei fare un film su Aldo Moro inventore di parole»

Tornato in Grecia dopo circa quarant'anni, Costa-Gavras ha ricevuto la visita del ministro della Cultura, mentre i cretesi tributano quotidianamente il proprio affetto al regista folgorato da Riccardo Scamarcio, avendolo visto in Romanzo criminale e in Mio fratello è figlio unico. Il progetto di Eden à l'Ouest, «una storia di erranza quasi omerica», data da dieci anni e ha potuto realizzarsi con la collaborazione del regista e co-sceneggiatore Jean-Claude Grunberg. Dal Mar Egeo a Parigi, girato in 11 settimane, il film si avvale della consulenza psicolinguistica del glottologo francese Jean-Claude Lambert, il quale usa lo stesso espediente adottato per la colonna sonora del film di Kubrick Eyes wide shut, con incomprensibili parole francesi dette al contrario. «Volevo girare un film su Aldo Moro, straordinario inventore del “parallelismo convergente”, ma non ho trovato i soldi: nessuno finanzia film scomodi», riferisce il cineasta, che qui impiega Eric Caravaca e Michel Bouquet, dopo aver rinunciato al regista turco-tedesco Fatih Akin, per un ruolo minore.