Vorrei investire in Borsa: meglio il fai-da-te, oppure conviene affidarsi a un professionista?

Le azioni sono, per loro stessa natura, una alternativa di investimento molto rischiosa. Ogni titolo rappresenta infatti una parte, seppur infinitesima, del capitale di una società e quindi se questa fallisce anche l’azione non vale più nulla. Ecco perché l’investire in prima persona in Borsa è consigliabile solo per i più esperti o perlomeno per quanti hanno modo di controllare quotidianamente l’andamento dei mercati finanziari. Emblematiche a questo proposito sono le profonde ferite inferte qualche anno fa ai piccoli risparmiatori dal tracollo del Nuovo Mercato. Oggi la situazione è differente a crollare non è la new economy ma sono gruppi finanziari prima ritenuti solidissimi. La soluzione migliore è però sempre quella di affidarsi a un professionista come appunto i fondi comuni. O perlomeno di diversificare il proprio portafoglio, ripartendo il denaro a disposizione su più di un titolo così da attutirne le oscillazioni. Costruire quello che in gergo è detto «giardinetto».