Voto agli immigrati: apertura di Sarkozy

Parigi. Il ministro dell’Interno francese, Nicolas Sarkozy, apre in parte al voto agli immigrati. «A titolo personale - ha affermato in una intervista a Le Monde - ritengo non anormale che uno straniero, in situazione regolare, che lavora, paga le tasse e risiede da almeno dieci anni in Francia, possa votare alle elezioni comunali.
«La nostra politica d’immigrazione - ha aggiunto Sarkozy - deve essere allo stesso tempo rigorosa e umana. Mi auguro che vengano espulsi gli irregolari, ma che siano rinforzati i diritti degli immigrati a posto con la legge. Invece, il voto alle legislative deve essere concesso solo ai cittadini francesi».