Monti: "Mai pensato di interrompere la legislatura. E Schifani: "Al Paese serve una guida"

Mario Monti smentisce ogni ipotesi di voto anticipato: "Mai pensato di interrompere la legislatura attraverso una crisi pilotata". E il presidente del Senato, Renato Schifa, assicura: "Sono solo ipotesi giornalistiche: si va al voto nel 2013. Ma dopo le elezioni serviranno responsabilità e dialogo". Alemanno vuole le primarie per il Pdl: "Berlusconi non si ricandida"

Elezioni anticipate? Solo "ipotesi giornalistiche" per Renato Schifani, che non crede si possa realisticamente andare al voto prima della fine della legislatura nel 2013: "Il Paese in questo momento ha bisogno di una guida". Visto il delicato momento, comunque,  il presidente del Senato, chiede che anche "nel 2013 occorrerà grande responsabilità dei partiti legittimati dalle elezioni e che saranno chiamati a guidare il Paese. Occorreranno grandi sinergie e dialogo tra maggioranza e opposizione". Palazzo Chigi, tra l'altro, smentisce ogni ipotesi di interruzione della legislatura prima del termine stabilito attraverso una crisi pilotata da parte del governo Monti come suggerito dai quotidiani

Del resto, col passare del tempo, l'ipotesi di un voto in autunno sfuma sempre più e, in attesa di una decisione sulla riforma della legge elettorale, i partiti si stanno riorganizzando. Il Pd litiga sulle unioni gay, il Terzo Polo non sa ancora con chi allearsi e nel Pdl tiene banco la possibile candidatura di Silvio Berlusconi. Un'ipotesi che ha il benestare del segretario del partito Angelino Alfano e di moltri altri esponenti, favorevoli anche al ritorno del nome Forza Italia, ma che vede sul chi va là soprattutto la componente ex-An.

Tra gli scettici c'è anche Gianni Alemanno, che ai microfoni di La7 ha definito "un passo indietro" il ritorno del Cavaliere sulla scena politica: "Il partito deve scrivere una pagina nuova", ha detto il sindaco di Roma, sottolineando che "nulla è deciso e credo che alla non ci sarà". "Il mio partito sta attraversando un momento difficile perché c’è una riproposizione di schemi vecchi. Io ho parlato questa settimana con Berlusconi e gli ho espresso le mie perplessità rispetto alla sua candidatura perché ritengo che rischi di essere un ritorno all’indietro", ha detto il primo cittadino della Capitale. Sono tre, secondo lui, i "pilastri per il rinnovamento della politica: primarie, preferenze e liste civiche". Oltre a un ritorno alla politica fatta dai politici: "I tecnici oltre un certo limite le grandi riforme non le possono fare perchè quelle strutturali hanno bisogno di una grande visione politica, di un indirizzo e del consenso popolare".

Commenti

Mario Marcenaro

Sab, 21/07/2012 - 18:37

Bisognerebbe che qualcuno (ma chi?) avvertisse Gianni Alemanno di darsi una mossa in modo da riprendere contatto con la realtà! Insomma, Gianni svegliati, di bei discorsi politici non vogliamo più sentirne; ci servono ormai solo fatti concreti ed immediati, tutto il resto é solo propaganda.

Ritratto di unLuca

unLuca

Sab, 21/07/2012 - 18:40

Schiodati Professore; schiodati da lì.

gardadue

Sab, 21/07/2012 - 18:47

non ha ancora finito di fare gli interessi delle banche (rientrare dalle esposizioni italiche)quando finirà se ne andrà alla guida della banca centrale europea il giusto premio per aver rovinato i suoi compaesani del nord italia

Ritratto di pipporm

pipporm

Sab, 21/07/2012 - 19:05

Le elezioni ora sarebbero un grave errore. Lo scompiglio derivante dall'ipotesi di una ricandidatura di berlusconi è un fatto oggettivo. L'Europa e i mercati non lo vogliono. Si alle primarie PdL. La tanta decantata libertà la si dimostri con una apertura interna del partito alla democrazia.

robylella

Sab, 21/07/2012 - 19:28

Basta parole, è ora di fare qualcosa di positivo e non come ora solo errori madornali... Monti: il peggio che si sia mai visto all'orizzonte! Consiglio a chi ne è provvisto di aguzzare per bene i forconi!

baio57

Sab, 21/07/2012 - 19:40

...Che faccia da banchiere !

baio57

Sab, 21/07/2012 - 19:40

...Che faccia da banchiere !

idleproc

Sab, 21/07/2012 - 19:54

Pippo? Cosa vol dire "l'europa e i mercati non lo vogliono" ? Dovresti definire prima cosa intendi per europa e per "mercati" e quali sono gli interessi in campo. I "mercati" nella realtà speculativa delle mani forti di oggi e di una guerra geopolitica e finanziaria di sopravvivenza alle truffe globali non sono senza nome e cognome, nemmeno le banche centrali e le monete. Ciò che di sicuro non vogliono è una classe dirigente nazionale che si opponga alla spolpatura del'Italia e di altri, Ghermanici compresi. Cosa basta? un articoletto del FT per decidere cosa è buono o meno per l'Italia? Un attacco finanziario-politico di qualche giorno? Il Punto è che esiste la strategia da colonizzati gestita da questo "governo" che è il proseguimento di quella portata avanti dalla "sinistra" bancaria globalizzata e multinazionale e che si è svenduta sovranità italiana politica, economica, finanziaria in cambio di nulla. Il PdL è accodato, la destra sociale anche, non sono in grado di fornire una strategia alternativa e nemmeno di contrasto. Col MES, si sono venduti altra sovranità, hanno finito col legarci mani e piedi. Sono una manica di democristiani della peggior specie, nemmeno capaci di fare la "politica del doppio binario" per cercare di salvaguardare gli interessi nazionali dell'impresa, del lavoro e sociali del popolo italiano. Generali da quattro soldi solo chiacchiere, presunzione e nemmeno distintivo perché uguali sono. Non si può far altro che cercare di mandarli via. Il Berly ha perso una formidabile occasione di diventare il più grande statista italiano del dopoguerra ma ha la visione a breve tipica di un imprenditore ancora in campo, alcune fissazioni ed una manica di cialtroni professionisti della politica di cui si sarebbe dovuto liberare da subito. Prima li usi, poi li sostituisci.

Ritratto di danie

danie

Sab, 21/07/2012 - 20:08

Considerazione preserale: siamo un Paese di m....perché governato da m....

Ritratto di danie

danie

Sab, 21/07/2012 - 20:10

Considerazione preserale: siamo un Paese di m....perché governato da m....

Ritratto di stufo

stufo

Sab, 21/07/2012 - 20:15

Guforobot non si schioda finchè non gli arrivano ordini dall'alto.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Sab, 21/07/2012 - 20:23

Hai detto giusto Schifani, serve una guida, ma che non sia un personaggio che da 20 anni è in politica, visti i risultati passati... Ora si parla SOLO di coalizioni=seggiole, certo, i programmi NON ci sono e se ci fossero sarebbero fumo negli occhi

giosafat

Sab, 21/07/2012 - 20:54

E continuano, destra-sinistra-centro, come se niente fosse, come se le forche caudine delle prossime elezioni fossero una passeggiata: le urne saranno l'arma di sterminio per questi topi.

Ferri Nicolò

Sab, 21/07/2012 - 21:11

Alemanni dichiara che Berlusconi non si ricandida, ma allora che facciamo? Ma le primarie si! E se si presentasse alle primarie vincendo, Alemanno che fai? lo cacci?..................

Ritratto di manasse

manasse

Sab, 21/07/2012 - 21:39

vi ricordate del giuramento di dini?la storia si ripete IN PEGGIO

federossa

Sab, 21/07/2012 - 22:03

MONTI VIVE POCO. La linea della vita rappresentata nella mano sinistra, rivela una vita breve. Speriamo, con quel che ci costa!

bastadestrasinistra

Dom, 22/07/2012 - 01:28

meno male che c è monti. ne avessimo avuti di monti negli ultimi 20 anni, a quest'ora l'italia sarebbe la svizzera d'europa. altro il fenomeno berlusca, tutte promesse, di cui neanche mezza mantenuta, o la grande sinistra, che è identica alla peggiore destra. ma ci rendiamo conto? dopo 20 anni ancora ricandidature di berlusconi... ma il ricambio generazionale quando avviene????

robuf

Dom, 22/07/2012 - 07:56

basta che non tornino berlusconi e i suoi

paola_2012

Dom, 22/07/2012 - 08:14

pipporm: Io voto chi voglio, in questo caso Berlusconi, nessuno mi dice chi devo votare e tanto meno l'Europa della culona e i mercati. Riguardo alle primarie, intendi forse la farsa come quella del PD, no grazie il mio neurone è indipendente, non crede agli asini che volano.