Voto elettronico, controlli bipartisan

Per verificare l’attività di scrutinio elettronico per le elezioni verrà insediata una commissione bipartisan, presieduta dal prefetto Mario Spanu e costituita da tre esperti designati dalla maggioranza e tre dall’opposizione, funzionari della Camera dei deputati e del Senato, rappresentanti delle Amministrazioni dell’Interno, della Giustizia e dell’Innovazione e tecnologie. Lo annuncia il ministero dell’Interno, che precisa anche che «la gestione, il controllo e la divulgazione dei dati ufficiosi resteranno affidati esclusivamente al Viminale attraverso i consueti canali di comunicazione istituzionale». La decisione segue le polemiche sullo scrutinio elettronico sollevate nei giorni scorsi dal centrosinistra, che però conserva le perplessità. Per i Verdi «la commissione è una foglia di fico», per la Margherita, «i dubbi restano in piedi».