Dopo il voto esecutivo salvo

Vienna. La vittoria dei popolari (Oevp) in Bassa Austria non provoca, per ora, nessun terremoto a Vienna: dopo le minacce ventilate da ambo le parti nei giorni scorsi, ora, all’indomani del voto regionale che ha fatto stravincere i popolari (Oevp) al governo nel Land e fortemente penalizzato i socialdemocratici (Spoe), non si parla più di un possibile ricorso anticipato alle urne a livello federale come sbandierato nei giorni scorsi. La sola novità sono le dimissioni, scontate, della leader regionale della Spoe, Heidemaria Onodi.