Voto inquinato: sindaco in Procura

Napoli. Il sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino, è andata negli uffici nella Procura della Repubblica per l’inchiesta sul voto pulito in vista delle prossime amministrative a Napoli. Il sindaco ha annunciato l’intenzione di denunciare in Procura nomi e fatti relativi a un presunto fenomeno di compravendita dei voti in alcuni quartieri della città, oltre che minacce a candidati al consiglio comunale e alle municipalità. L’inchiesta ha preso il via dopo alcune denunce di cittadini. Nei giorni scorsi sono stati analizzati i nominativi di oltre 8mila candidati per verificare eventuali contiguità con i clan camorristici. Particolare attenzione sarebbe rivolta su una ventina di candidati al Comune e oltre 100 alle municipalità dove il fenomeno di interferenze camorristiche sarebbe più esteso.