Il voto in ospedale poi la visita di Totti

Ha espresso la sua preferenza verso le 11 di mattina

Quattro sezioni divise in base ai numeri dei posti letto e organizzate per reparti, più eventuali altre quattro «volanti», composte da un presidente e un ufficiale delle forze dell’ordine, che hanno raccolto i voti dei ricoverati nei reparti delle malattie infettive e di chi non può allontanarsi dal letto. Si trovano al quinto piano del policlinico Gemelli i seggi elettorali allestiti per le elezioni amministrative dove possono votare le persone ricoverate. Questo il funzionamento della richiesta e del rilascio delle autorizzazioni al voto all’interno della struttura ospedaliera. All’atto del ricovero viene consegnato un modulo che indica le modalità per esercitare il diritto di voto. Il documento va consegnato, insieme alla tessera elettorale, agli ausiliari dell’ospedale. Il personale stila un elenco dei degenti che hanno fatto richiesta di autorizzazione al voto e lo invia all’ufficio elettorale centrale in via dei Cerchi, insieme alla fotocopia delle tessere elettorali. L’ufficio elettorale centrale provvede, dopo i dovuti controlli, a rilasciare all’ospedale le autorizzazioni che vengono poi consegnate ai degenti. I ricoverati che hanno la residenza nel Municipio dell’ospedale possono esprimere la loro preferenza sia per il sindaco che per il rinnovo della circoscrizione. Gli altri sono autorizzati solo al voto per la scelta del sindaco. Tra questi, anche il sindaco Walter Veltroni, che ha votato ieri mattina intorno alle 11 nella sua stanza al decimo piano del Gemelli. Prima di ricevere la visita del ministro Turco, il sindaco ha accolto in camera il presidente del seggio insieme con una scrutatrice. Si è alzato dal letto, ha votato e ha riposto la scheda nell’urna volante. Poi Veltroni ha sorriso per la visita di Francesco Totti, con reciproco scambio di auguri per la salute e per il mondiale. Oggi dovrebbe iniziare il trattamento della calcolosi con un intervento esterno di frantumazione attraverso il bombardamento a onde d’urto.