Vucinic-Mancini-Perrotta: Totti in tribuna può esultare

È gioia Roma. Nella notte delle streghe i giallorossi le vedono soltanto per una ventina di minuti: il tempo di subire il gol di Rocchi e di assistere al pareggio di Vucinic. Poi l’un-due-tre che manda in soffitta la partita e i giallorossi in paradiso malgrado qualche patema finale. Vucinic si schermisce: «L’importante è che la squadra abbia vinto. Se ho segnato o ho fatto un assist non ha importanza». E Totti, che ha gioito dalla tribuna: «Non ho potuto giocare, ma l’importante è che la squadra abbia fatto una grande partita». E quando tornerà il capitano i due potranno giocare insieme? «Perché no? - risponde Spalletti -. Non è detto che Totti debba abbassarsi di venti metri, possiamo anche trovare altre soluzioni».