Vuol essere magra Donna muore dopo l’operazione

da Cagliari

Voleva perdere da tempo quei 40 chili che la facevano camminare a fatica e respirare a stento. Aveva finalmente deciso di farsi operare, ma un’ora dopo l’intervento è morta per un arresto cardiaco su un letto dell’ospedale Marino di Cagliari.
Nuovo caso di malasanità o tragica fatalità? Sarà l’autopsia, prevista per oggi, a stabilire le cause del decesso di Laura Desortes, 54 anni, assistente geriatrica cagliaritana. Centoventi chili per un metro e 45 di altezza, la donna aveva deciso già da tempo che con quello stato fisico la sua vita non sarebbe potuta andare avanti. Le sue gambe erano già tumefatte, l’intervento non poteva più essere rimandato. In lista d’attesa da quattro settimane, era entrata in sala operatoria due giorni fa, alle 11. L’intervento sembrava perfettamente riuscito, alle 18 Laura si era svegliata e aveva persino scambiato qualche parola con il chirurgo.
Un’ora dopo la crisi improvvisa, le è mancato l’ossigeno nel sangue, e poi la morte. Eppure, sebbene rischiosa per via del peso, l’operazione non doveva essere così complicata dal punto di vista chirurgico. Ora i familiari e le tre figlie chiedono chiarezza e vogliono capire se la lunga attesa dell’operazione possa aver complicato lo stato di salute della donna. Se così fosse, presenteranno un esposto alla magistratura.