Vuole lasciarla, lei lo ammazza a colpi di pistola

da Caserta

Un infermiere, Giuseppe Palomba, 49 anni, di Casaluce, è stato ucciso ieri mattina a colpi di pistola nella sua abitazione. I carabinieri di Aversa hanno arrestato la moglie, Anna Pisciottaro, 46 anni. È stata lei a sparare all’uomo dopo l’ennesima lite nata per questioni di gelosia.
La tragedia familiare si è consumata nell’abitazione della coppia, al terzo piano di uno degli edifici di un parco residenziale, in una zona centrale di Casaluce. Secondo quanto si è appreso, in casa al momento del delitto c’erano anche i due figli della coppia, di 19 e 20 anni. Si trovavano in un’altra stanza e nulla hanno potuto per evitare la tragedia.
Dopo avere esploso quasi l’intero caricatore della pistola contro il marito, Anna Pisciottaro si è avviata verso la locale caserma dei carabinieri per costituirsi. Ma i militari, avvertiti dalla telefonata di alcuni vicini, spaventati dal rumore degli spari, sono giunti poco dopo e hanno bloccato la donna per strada. Lei ha confessato subito il delitto.
Tra marito e moglie da qualche tempo i rapporti erano tesi. Sembra che l’infermiere avesse allacciato una relazione extraconiugale e avesse manifestato alla moglie l’intenzione di volere vendere la casa nella quale abitava con famiglia.
Ieri sera i due avevano litigato e questa mattina nuova discussione con il tragico epilogo. La donna, presa da un raptus omicida, ha impugnato il revolver e ha sparato in rapida successione almeno cinque colpi contro il marito che si trovava ancora in camera da letto.