Vuole liberare il figlio dalla droga: fa arrestare il suo spacciatore

A farlo arrestare dagli investigatori del commissariato di Greco-Turro con l’accusa di spaccio di stupefacenti, è stata la madre del suo migliore cliente, un cocainomane. La donna, una commercialista di 70 anni, voleva liberare finalmente il figlio 40enne, Mario - che svolge la sua stessa professione e lavora in studio con lei - dalla schiavitù della droga. Così non ha esitato ad avvertire la polizia quando lo spacciatore che teneva in pugno suo figlio vendendogli cocaina anche a credito, si è impossessato delle chiavi dell’auto e dell’abitazione di Mario che, ormai, sapeva di poter ricattare quando voleva. In manette è finito così Mohamed B.A., 31enne, algerino, catturato dai poliziotti in via Pietro Crespi (Turro). Da tempo la madre di Mario combatte la sua personalissima battaglia contro la dipendenza del figlio. L’anno scorso, in preda alla disperazione, la donna era arrivata persino a denunciare il suo Mario che, a sua volta, aveva promesso di non ricascarci. Poi però il figlio era diventato di nuovo vittima della cocaina. E, naturalmente, dello spacciatore algerino. Che, negli ultimi tempi, a fronte di un debito contratto dal commercialista, si era preso le sue chiavi dell’auto e di casa.