Vuole raggiungere la moglie malata Muore scavalcando un terrazzino

Il reparto era chiuso, ma l’uomo cercava di entrare nella stanza

da Latina

La dedizione per la moglie, malata ormai terminale, gli è costata la vita. Un uomo di 41 anni è morto venerdì sera dopo essere caduto, nel pomeriggio, da un terrazzino, che aveva scavalcato per entrare dalla finestra in camera della moglie nonostante non fosse orario di visita. Una tragedia che ha sconvolto l’intero reparto di chirurgia dell’ospedale «Santa Maria Goretti» di Latina, teatro di questo terribile incidente. L’uomo, raccontano medici e familiari, passava la gran parte del suo tempo al capezzale della moglie malata, assistendola praticamente 24 ore su 24 da quando la donna - trapiantata di reni e non vedente a causa del diabete - si era aggravata. In ospedale ormai lo conoscevano tutti.
Erano da poco passate le 16 e il reparto era chiuso per la somministrazione delle cure ai pazienti. L’uomo avrebbe detto a due persone che erano fuori come lui, che era andato a fumare una sigaretta, di non preoccuparsi perchè sapeva come entrare. Forse lo aveva fatto altre volte. Poi, secondo la ricostruzione della polizia, è uscito sul terrazzino, ma il suo tentativo di scavalcare è finito in tragedia: è caduto da un’altezza di circa sette metri, precipitando sul piazzale sottostante. Lo hanno trovato alcuni infermieri, è stato subito portato in pronto soccorso. Era ancora cosciente, ha parlato anche coi medici dicendogli che aveva avuto un giramento di testa ma in serata le sue condizioni si sono aggravate. Aveva grossi problemi con gli organi interni, non è servita l'asportazione della milza ed è morto durante l’operazione.