Il Wall Street Journal: "I governi europei interferiscono sulle società"

Il ritiro dell'offerta da parte di AT&T per
diventare un azionista chiave in Telecom "solleva nuovi interrogativi sulla
volontà dei governi europei di interferire negli accordi societari, lasciando che il futuro
della più grande compagnia italiana di tlc diventi più incerto che mai&quot;<br />

New York - Il ritiro dell'offerta da parte di At&T per diventare un azionista chiave in Telecom Italia "solleva nuovi interrogativi sulla volontà dei governi europei di interferire negli accordi societari, lasciando che il futuro della più grande compagnia italiana di tlc diventi più incerto che mai". È quanto scrive oggi il "Wall Street Journal", che precisa come la decisione del colosso Usa delle tlc sia stata "in parte causata dall'attiva opposizione del governo italiano alla possibilità che una compagnia straniera possa diventare una delle maggiori azioniste di una compagnia che Roma considera asset nazionale strategico".

La decisione di AT&T, com'è noto, non è stata seguita dalla messicana America Movil che "sta continuando le trattative separate con Pirelli per il 33,3% di Olimpia anche se non è ancora chiaro se il governo italiano cercherà di scoraggiare anche in questo caso gli sforzi della compagnia". "Si tratta di un altro esempio di cattivo capitalismo italiano - ha commentato Robert Grindle, analista di Dresdner Kleinwort - la mancanza di trasparenza sta distruggendo gli investimenti italiani stranieri". Stando al Wsj, questi "ultimi sviluppi lasciano aperte nuove domande sul futuro di Telecom Italia. Futuro che comprenderà probabilmente una dose pesante di investitori italiani".

"America Movil e la Telefonos de Mexico hanno reso noto ieri che continueranno a guardare a differenti alternative per un potenziale investimento in Olimpia - prosegue il Wsj - America Movil cerca di rafforzare la sua posizione in Telecom Italia al fine di accedere ai suoi asset in America Latina in particolare l'operatore di telefonia cellulare TIM Partipacoes. America Movil con i suoi 125 milioni di clienti in America Latina avrebbe cercato di rilevare TIM quest'anno ma non è riuscita nell'intento. Entrando nel cda di Telecom Italia la compagnia messicana potrebbe ottenere un cambiamento". "Tuttavia - precisa il Wsj - è improbabile che le trattative tra America Mobil e Pirelli rimarranno esclusive. In più Roma potrebbe ora dirottare la sua opposizone verso America Movil oppure spingere investiori italiani ad unirsi percon la compagnia messicana". Il quotidiano finanziario Usa conclude scrivendo come gli sviluppi di ieri "potrebbero lasciare la porta aperta ad altri player stranieri come Telefonica o France Telecom. Tuttavia, nessun investimento straniero probabilmente si materializzerà senza una forte componente italiana".