Il Wall Street Journal a Murdoch

L'accordo sarà definito in serata. Il magnate australiano pagherà 5 miliardi di dollari: 60 per ogni azione Dow Jones. Decisiva per sbloccare le trattative la decisione di Murdoch di accollarsi i 30 milioni di spese di commissioni

New York - Accordo raggiunto per la vendita di Dow Jones & Co e del Wall Street Journal, con la firma attesa in serata. È quanto anticipa la Cnbc. Lo stallo delle trattative sulla vendita del prestigioso gruppo editoriale a Rupert Murdoch, secondo quanto spiegato dal network della General Electric, si è risolto dopo la disponibilità espressa dal tycoon ad accollarsi le spese per le commissioni che i Bancroft, che da oltre 100 anni controllano Dow Jones & Co e il Wall Street Journal, dovranno versare ad advisor, avvocati e consulenti vari per chiudere l’operazione. Il loro ammontare, il cui calcolo è tuttavia ancora in corso, dovrebbe essere di almeno 30 milioni di dollari. Si tratta di una piccola cifra in confronto ai 5 miliardi (60 dollari offerti per ogni azione Dow Jones) che il magnate dei media si appresta a pagare per rilevare il pezzo più pregiato della sua collezione: il Wall Street Journal.