Wall Street non si ferma: dopo Parigi si allea con Tokio

da Milano

New York Stock Exchange inarrestabile nella corsa globale ai consolidamenti delle Borse: pochi mesi dopo aver concordato il take over sulla piattaforma Euronext, seguita da una recentissima incursione in India, la società che gestisce la prima piazza finanziaria di New York stringe un’alleanza con la Borsa di Tokio, prima dell’Asia e seconda al mondo. Ad annunciarla sono stati il numero uno del Nyse, John Thain, e il presidente del Tokyo Stock Exchange (Tse), Taizo Nishimuro.
Il Nyse si garantisce una testa di ponte nell’area del Pacifico e compie un primo passo su quella che potrebbe diventare una vera e propria fusione quando lo stesso Tse sbarcherà sui listini, nel 2009.
Per ora le due Borse hanno raggiunto un’intesa per la collaborazione sullo sviluppo congiunto di prodotti finanziari e sulle nuove tecnologie per il trading, di cui specialmente Tokio ha un gran bisogno, visti i ripetuti blocchi di sistema di cui ha sofferto nei mesi passati. Intanto il Nyse procede nel suo piano di acquisizione e fusione con Euronext - società che raggruppa le Borse di Parigi, Amsterdam, Bruxelles e Lisbona - che ha ottenuto l'approvazione delle assemblee degli azionisti di entrambe e ora attende gli ultimi via libera delle authority coinvolte.
L'Opa mista di acquisto e scambio, ha fatto sapere nei giorni scorsi Euronext, dovrebbe partire a metà febbraio e proseguire fino a fine marzo-inizio aprile.