Wall Street in rialzo con Oracle

New York sembra aver accantonato i timori circa i futuri aumenti dei tassi di interesse, per meglio valutare i risultati aziendali, alla luce delle ultime trimestrali. Per la prima volta da qualche settimana gli indici principali del Nyse hanno realizzato una performance superiore all’1%, grazie ai progressi conseguiti da alcune blue chip, come Morgan Stanley (più 4,6%), FedEx del 4% circa, nonché di Hewlett-Packard (più 3,3%). Sempre tra i tecnologici in vista Oracle (più 2,9%). E con rialzi superiori al 2% hanno chiuso Cisco e RF MicroDevices. Il rialzo di Wall Street ha ridato fiducia alle piazze europee, con gli indici di Londra, Francoforte e Parigi finiti poco sopra la parità, dopo un esordio in rosso. Da segnalare ad Amsterdam il balzo di Philips (più 4,7%), mentre sulla piazza tedesca penalizzati i titoli dell’auto, con Volkswagen in calo di oltre il 2%. Sospeso a Parigi il titolo Arcelor, in attesa di decidere se accettare l’offerta Severstal o Mittal.