Wall Street spinge i listini europei

Balzo di Mediolanum Risale Fiat

Piazza Affari ha chiuso bene l’ultima seduta della settimana, con una performance leggermente inferiore a quella delle altre Borse europee e sulla scia del buon andamento di Wall Street. Le parole del presidente della Fed, Ben Bernanke, che ha parlato di un ridotto rischio d’inflazione degli Usa hanno contribuito a dare sprint alle Borse. Il Mibtel ha chiuso a +1,19%, l’S&P Mib a 1,20%. Sul listino principale rally per Mediolanum (+6,3%), Seat (+6,2%) e Fiat (+5,9%), tre titoli fra i più penalizzati nell’ultima settimana dalle vendite e che sono riuscite a rimbalzare recuperando in parte le quotazioni. Forti acquisti anche su Geox (+3,8%), sul settore delle costruzioni (Italcementi +3,8%), sui finanziari (Popolare Milano +3,7%) e sul lusso (Luxottica (+3,5%). Sul fronte vendite da segnalare le discese di Tenaris (-1,8%), Banco Popolare (-0,9%) ed Eni (-0,2%), fra i pochi titoli che erano riusciti a salvarsi dalle vendite nei giorni scorsi. Da segnalare invece la buona performance di Ifil (+7,8%) e Indesit (+6,8%), mentre è stata una giornata da dimenticare per Cell Therapeutics (-9,2%).
Seduta di deciso rimbalzo per le altre principali Borse europee. Il Dax ha guadagnato l’1,7%, il Cac40 il 2,23%, il Ftse100 il 2,52%. Bene le banche con Lloyds +6,8%, Hbos +6,2%, Commerzbank +4,5%, Credit Agricole +4,4%. A Parigi sugli scudi Air France (+5,2%) che ha approfittato della frenata del greggio. La compagnia ha nominato Lazard advisor per l’eventuale acquisizione di Austrian Airlines. Ad Amsterdam balzo di Tnt (+6,8%) in scia alle indiscrezioni secondo cui l’americana Ups potrebbe presentare un’offerta.