A Wall Street volano le azioni di Groupon

Buon debutto al Nasdaq per il «social seller» Groupon. Nonostante la giornata negativa per i mercati ieri il titolo Groupon ha guadagnato circa il 50% nei primi minuti di contrattazione per chiudere poi in rialzo del 40%. I titoli sono stati collocati al prezzo di 20 dollari ad azione, quindi maggiore della forchetta prevista tra i 16 e i 18 dollari. Il prezzo di 20 dollari ad azione ha dato a Groupon un valore societario di 12,7 miliardi di dollari salito a 18,75 grazie alla buona performance borsistica di ieri.
Insomma, non poco per una società che ha certamente il vantaggio di essere partita per prima nel settore degli acquisti di merci di vario genere (si spazia dalla pulizia dei denti, ai massaggi, ma si vendono anche certificazioni energetiche per abitazioni a prezzi ovviamente stracciati), ma che ormai vanta numerose imitazioni. Persino Google ieri ha lanciato negli Usa un servizio simile partendo da 15 città, mentre Groupon è ormai presente in 500 città in tutto il mondo. I vertici della società sono comunque sosddisfatti. «Vediamo che c’è molto spazio per crescere», ha detto il chief financial officer, Jason Child, in un’intervista alla Cnbc. I vertici di Groupon - riporta il Wall Street Journal - stanno lavorando dietro le quinte per rivedere l’immagine del gruppo, ispirandosi al modello di business di Amazon.