«Walter Cattaneo», il negozio non è un covo di brigatisti

Nell’edizione di mercoledì 14 febbraio 2007 è stato pubblicato l’articolo dal titolo «Terroristi, appuntamento nei bar dell’happy hour», nel quale venivano indicati alcuni dei locali e dei luoghi di ritrovo frequentati dai soggetti recentemente arrestati a Milano in quanto accusati di aver costituito una cellula terroristica. A tale riguardo precisiamo che il negozio di arredamento «Walter Cattaneo», in zona Porta Genova, non ha mai costituito ritrovo per terroristi ed è stato citato nell’articolo solo per la sua contiguità all’abitazione del giuslavorista Pietro Ichino, il professore indicato come uno degli obiettivi dei terroristi. Il negozio di arredamento compare dunque nelle carte della magistratura solo in quanto luogo presso il quale le forze dell’ordine hanno effettuato appostamenti e sopralluoghi nel corso delle indagini che hanno poi condotto agli arresti dei giorni scorsi.