Washington taglia gli aiuti al Pakistan

Gli Stati Uniti sospendono aiuti militari e per equipaggiamenti al Pakistan per 800 milioni di dollari. Obiettivo: spingere l’esercito pachistano ad essere più deciso contro i talebani. Ma anche punire Islamabad per aver espulso gli addestratori militari americani. La sospensione di un terzo dei 2 miliardi di dollari che gli Usa concedono ogni anno al Pakistan mostra come il dibattito nell’amministrazione Obama per spingere il Pakistan a cambiare il proprio atteggiamento è forte. Islamabad è un alleato chiave degli Stati Uniti , «ma ha preso iniziative - afferma il capo dello staff della Casa Bianca, Bill Daley - che ci hanno dato motivo per sospendere, fino a quando non risolveremo le difficoltà, gli aiuti che i contribuenti americani si erano impegnati a dare. Il nostro rapporto con il Pakistan è molto complicato». Le tensioni fra Usa e Pakistan si sono accentuate dalla morte di Bin Laden, ma i tagli possono anche essere dovuti alle riduzioni della spesa del Pentagono nella lotta alla deficit e al debito.