Web Un click per controllare la chat del figlio

INTERNET SICURO «Virtual Parent» è un software messo a punto grazie alla collaborazione tra il Cnr l’Università di Tor Vergata ed Ecpact

Un software che consente ai genitori di controllare in tempo reale, ma anche a distanza, con chi chattano i figli e quali immagini si scambiano in rete. «Virtual Parent» è un programma messo a punto grazie alla collaborazione tra Cnr, Università Tor Vergata ed Ecpact ed è studiato in particolare per essere applicato a Windows Live Messenger (Msn).
Non si tratta di un filtro, né di una censura: i ragazzi sono liberi di esprimersi, ma sotto l’occhio vigile del genitore che in caso di messaggi dal contenuto sospetto può intervenire o risalire all’autore del messaggio, scoprendo anche se questo ha utilizzato un server particolare per rendersi anonimo. L'attività di controllo può anche essere limitata e personalizzata mettendo delle parole chiave che consentono di selezionare solo le chat in cui si tratta di un argomento specifico. L'idea di fondo è che il genitore deve poter assistere il figlio nella sua navigazione soprattutto in delle piazze virtuali come Msn dove chiunque può interagire nascondendo la propria identità dietro un nickname.
Secondo l’indagine «Media e social network. Rischi reali soluzioni possibili», condotta dalla Commissione bicamerale per l’infanzia, il 95 per cento dei ragazzi italiani fra i 13 ed i 17 anni usa Internet. Il 73 per cento di loro ha usato almeno una volta programmi di instant messaging e social network dove per accedere vengono rivelati molti dettagli personali: nome e cognome, indirizzo e-mail, fotografie e talvolta il numero di cellulare. Questa visibilità in alcuni casi può risultare pericolosa, determinando quello che in inglese viene definito «grooming», cioè l’adescamento di minori sul web ad opera di pedofili. È proprio per intervenire in situazioni come queste e per educare i minori a un comportamento responsabile su Internet che è stato ideato Virtual Parent. Il software può essere acquistato e scaricato sul sito www.virtualparent.eu.