WEEK-END

Con l’arrivo dell’autunno riparte la stagione delle sagre e delle gite fuori porta durante le tiepide «ottobrate» romane, alla scoperta del territorio e di sapori antichi e genuini. Ai Castelli Romani prende il via oggi «Sagre e Profane», manifestazione che raccoglie tutti gli appuntamenti che tradizionalmente si svolgono in questo periodo dell’anno. Le sagre si svolgeranno durante i prossimi sei fine-settimana, fino al 28 ottobre, organizzate dai 17 comuni della zona e dal consorzio sistema bibliotecario dei Castelli romani, in collaborazione con la Provincia di Roma e le associazioni locali.
Nell’immaginario collettivo i Castelli si identificano con il vino, rigorosamente bianco e secco, da accompagnare con le specialità del cosiddetto «quinto quarto» della cucina romanesca: trippa, coda e pajata. Non mancheranno, tuttavia, appuntamenti con altri piatti, dalla porchetta al pane fatto in casa, tipici di una cucina povera che ha mantenuto intatto nel tempo il suo carattere di genuinità. La manifestazione propone quattro percorsi tematici, all’interno dell’articolato programma di eventi castellani. Il primo tema è dedicato ai «Sapori della terra», nel cui ambito rientrano tutti gli eventi enogastronomici. Del secondo, «I sapori del bosco», fanno parte le iniziative per la conservazione e la valorizzazione dell’ambiente naturale. Il terzo percorso, «I miti e i riti», raccoglie le manifestazioni dedicate alla romanità, alla classicità e ai riti cristiani legati alla storia di questo territorio, mentre il quarto, «L’arena e il teatro», comprende gli eventi culturali e sportivi.
La manifestazione si apre oggi alle 19, all’antico casale Colle Ionci di Velletri, con il recital «Viaggio ai Castelli», che sarà seguito da assaggi di vini e specialità locali (ingresso gratuito, richiesta la prenotazione). La sera iniziano le sagre vere e proprie, come quella delle pincinelle a Colonna, dove si potrà assaggiare la tipica pasta preparata con acqua e farina, accompagnata da diverse salse. A Genzano si svolge invece la sagra del pane casereccio, a Lariano quella del fungo porcino, che andranno avanti per tutta la giornata di domani, mentre ad Albano Laziale le iniziative della Notte Bianca animeranno la città fino a domani mattina. Sempre domani, alle 9,30, è prevista la passeggiata «Il sentiero del lago di Nemi», un percorso sulle rive del lago che include anche visite al Museo delle Navi Romane e al Tempio di Diana. Nei prossimi weekend sono in programma sagre dell’uva «labicana», della ciambella al mosto e, nelle due giornate conclusive della manifestazione, il 27 e 28 ottobre, quella della castagna.
Per informazioni e prenotazioni: www.sagreeprofane.it, oppure 06/93956067, 348/1510853, dal lunedì al venerdì 9-13 e 15.30-18.