Weekend con pioggia e vento al centro-nord

"Un vortice proveniente dall’Europa settentrionale in movimento verso i Balcani - informa il
bollettino meteo della Protezione civile - produrrà un consistente rinforzo dei venti sulle regioni centro settentrionali
del Paese". Previste burrasche e forti raffiche di vento

Milano - L’inverno ancora non è finito, il colpo di coda già da domani al nord e al centro dello Stivale. L’allerta è della protezione civile. "Un vortice proveniente dall’Europa settentrionale in movimento verso i Balcani - informa il bollettino meteo - produrrà un consistente rinforzo dei venti sulle regioni centro settentrionali del Paese". In base alle previsioni disponibili il dipartimento della Protezione civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteo per venti forti. "Dalle prime ore di domani e per le successive 24/30 ore sono previsti venti molto forti nord-occidentali su Alto Adige, Valle d’Aosta e zone alpine di Piemonte e Veneto; da sud-ovest con locali raffiche di burrasca, specie sui settori appenninici, su Toscana, Emilia Romagna, Marche e Umbria. Sulla Sardegna i venti forti con raffiche di burrasca saranno di provenienza occidentale. Lungo le coste esposte saranno possibili mareggiate".

Alla luce della evoluzione meteo, avvisa la protezione civile, "sarà bene prestare particolare attenzione e cautela nelle attività marittime e di montagna. I forti venti potrebbero, infatti, creare situazioni di difficoltà ai natanti e di pericolo agli escursionisti e agli sciatori. Particolare cautela è raccomandata nella guida soprattutto ai veicoli furgonati o telonati nelle zone interessate ai venti forti".

Nel corso della giornata di domenica "la situazione dovrebbe tendere al miglioramento, con un rialzo anche sensibile delle temperature, mentre già da lunedì, sulla base dei modelli disponibili, un nucleo di aria fredda di provenienza artica potrebbe produrre un nuovo peggioramento delle condizioni con un ulteriore sensibile abbassamento delle temperature e la possibilità di precipitazioni anche di natura nevosa sui rilievi". La Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione e provvederà ad emanare, laddove se ne rilevino i presupposti, ulteriori avvisi di avverse condizioni meteo.