Un weekend per ricordare Peppone e Don Camillo

Gente ospitale, cucina tipica, il piacere della navigazione fluviale e di pedalare lungo gli argini del Po godendo del lento fluire del tempo. Succede a Brescello (RE), piccolo centro diventato famoso per aver ospitato la saga cinematografica di Peppone e Don Camillo, il sindaco comunista e il parroco democristiano creati dalla penna di Giovanni Guareschi. Si possono ancora vedere il carro armato lasciato dagli americani nel dopoguerra, la locomotiva del treno che porta Peppone a Roma per l'incarico parlamentare, la campana che crolla addosso al sindaco, il Cristo parlante con cui Don Camillo si confida. E poi ci sono le piste ciclabili che scorrono lungo gli argini tra file di pioppi e una folta vegetazione dove vivono gli aironi. Si può pedalare fino alla reggia di Colorno, residenza estiva di Francesco Farnese in provincia di Parma oppure andare a Guastalla facendo tappa a Gualtieri per visitare il museo dedicato ad Antonio Ligabue.
Un pernottamento in hotel tre stelle, tre pasti, una degustazione di prodotti tipici, navigazione sul Po, due escursioni in bici: 96 euro a persona. Visite guidate ai musei Peppone e Don Camillo, Brescello e Guareschi, archeologico romano: 48 euro da 1 a 6 persone. Info: tel. 0522.482564, www.visitbrescello.it