Aria fresca in barattolo: l'idea di un imprenditore inglese conquista la Cina

Leo De Watts, giovane imprenditore inglese, "imbottiglia" aria inglese per rivenderla agli abitanti delle città più inquinate della Cina. E gli affari vanno a gonfie vele

Facebook

Un po' di fresca aria d'Inghilterra nel bel mezzo dello smog cinese. L'idea di trasformare questa stranezza in una realtà particolarmente redditizia è venuta a un imprenditore del Regno Unito, il ventisettenne Leo De Watts.

Nato a Dorset e trapiantato a Hong Kong, il giovane businessman ha infatti fondato Aethaer, società specializzata nell'imbottigliare aria pulita per consegnarla, pronta all'uso, ai suoi facoltosi clienti. Non a caso, oltre mezzo litro (20 once) di questo vero e proprio "oro trasparente" viene venduto, soprattutto tra Pechino e Shanghai, al prezzo di poco più di 100 euro (115 dollari) a barattolo.

Tuttavia, benché la spesa non possa dirsi certo modica, per De Watts gli affari vanno a gonfie vele. Da quando Aethaer è stata fondata, all'incirca due settimane fa, la società ha già venduto 180 vasetti d'aria inglese. E gli ordini, molti dei quali su misura, continuano ad arrivare: “Abbiamo clienti che ci richiedono circostanze specifiche per l'aria che intendono acquistare”, spiega in tal senso il giovane imprenditore in un video disponibile sul sito web di Aethaer.

Non a caso, l'aria che De Watts imbottiglia e spedisce tra le città più inquinate della Cina può arrivare dalle campagne o dalle valli inglesi del Dorset e del Somerset, così come dalle aree incontaminate del Galles.