Cade dal carrello e batte la testa. Dopo 9 giorni la scoperta choc

L'ospedale la rimanda a casa perché non riscontra nessun trauma. Poi la verità

Foto tratta dal Mirror

Aveva solo due anni, la piccola Ceylan. Si trovava al supermercato di Rhyl, nel Regno Unito, con la nonna quando è caduta dal carrello della spesa. Ha picchiato la testa e subito i suoi familiari si sono diretti in ospedale. Preoccupatissimi. I medici non sottopongono la piccola ad alcuna radiografia e la rimandano a casa. Poi il dramma.

La mamma della piccola non si fida dei medici, e così decide di portarla in un nuovo ospedale. Questa volta a Bodelwyddan. "Ceylan - racconta la mamma - era a fare la spesa con la nonna, quando il carrello si è ribaltato e ha sbattuto la testa sul pavimento. Siamo andati in ospedale, ma il medico ha detto che non c'era bisogno dei raggi X. Perché aveva solo un bernoccolo". "Siamo tornati in ospedale - continua - e mia figlia è stata sottoposta a radiografia e Tac. Ceylan aveva un grumo di sangue nel cervello. Avrebbe potuto avere danni cerebrali permanenti o perfino morire. Inorridisco al pensiero che l'abbiano rimandata a casa". La mamma di Ceylan ha deciso di sporgere denuncia contro l'ospedale ed è stata aperta un'indagine.

Commenti
Ritratto di Rames

Rames

Mer, 02/03/2016 - 00:17

Attenzione ai medici attenzione.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 02/03/2016 - 08:20

Ha fatto quello che era giusto fare diversamente da quel medico ciarlatano che dovrebbe essere "pensionato"prima del tempo per manifesta incapacità e negligenza.