Digita il suo nome su Google, ma fa una scoperta terribile

Una studentessa americana ha provato a cercare il suo nome su Google. Ma scopre che le foto dei suoi piedi sono su un sito feticista

Almeno una volta nella vita tutti hanno cercato il proprio nome su Google, anche Alice Cachia ci ha provato, ma ha fatto una scoperta terribile.

La studentessa americana stava cercando in rete degli articoli scritti da lei per potersi candidare per un lavoro. Ma tra le varie soluzioni proposte di default dalla rete, ha visto associato al suo nome una pagina un po' particolare: un sito di feticisti, "wikiFeet". Alice, presa dalla curiosità, ha cliccato sopra il link, ma all'apertura della pagina ha fatto una scoperta terribile. Le foto dei suoi piedi erano state pubblicate da qualcuno nel sito.

Oltre alle foto scioccanti ha visto che i feticisti hanno dato un punteggio molto basso ai suoi piedi. "In una foto c'era scritto che ho i piedi palmati" - ha spiegato la ragazza a Metro - . Credo che quelle foto siano state prese dal mio profilo Facebook. Un po' di tempo fa, infatti, avevo scritto un articolo che raccontava le mie esperienze di vita con due dita dei piedi palamati. Credo che qualche feticista abbia trovato l'articolo interessante e di conseguenza sia andato a cercare le mie foto".

La ragazza ha concluso l'intervista spiegando al giornalista che non riesce a capire se "è orgogliosa del fatto che le dita dei piedi hanno una propria pagina web". E ha aggiunto che quando morirà, sarà sicuramente ricordata per "la ragazza con le dita dei piedi palmati".