A fine turno, parrucchiere taglia i capelli ai senzatetto

Un giovane parrucchiere inglese, a fine turno, esce in strada e offre il suo servizio ai senzatetto. Un gesto spontaneo, sincero, che serve a sensibilizzare l'opinione pubblica nei confronti delle azioni utili

Pixabay

Ispirare la gente con gesti consapevoli è il modo migliore per stimolare la partecipazione collettiva: è ciò che sta mettendo in atto il parrucchiere inglese Joshua Coombes. Il giovane, che lavora nell’Exeter presso il salone di Jeff Goodwin, a fine turno dedica del tempo di qualità ai senzatetto della zona. Non fornendo loro qualche moneta ma offrendogli un taglio di capelli gratuito. Ad ispirarlo un viaggio effettuato a New York dove la pratica pare sia molto diffusa, e principalmente senza scopo di lucro. Infatti il taglio in strada viene realizzato gratuitamente, ma garantisce un ritorno emotivo e umano molto importante. Oltre a sensibilizzare chi guarda nei confronti di azioni sentite e utili, allontanando gli automatismi.

Come conferma lo stesso ventottenne: «[…] si rompe la generalizzazione nei confronti dei senzatetto e fino a questo momento la risposta è stata positiva. Tagliare i capelli è un atto piccolo, solitamente mi avvicino per fornire il mio servizio e qualche chiacchiera, il gesto è molto apprezzato. Fare qualcosa senza voler nulla in cambio risveglia la gente. Appena ho un po’ di tempo lo impiego in questo modo, è una grande esperienza e rende più umili».

Il lavoro è documentato dall’amico e fotografo Matt Spracklen con cui il giovane Joshua ha girato per il Devon, garantendo il suo servizio in cinque differenti cittadine. Presto affronteranno nuove zone così da ampliare il raggio d’azione. Per coinvolgere l'opinione pubblica il giovane ha lanciato l’hashtag #dosomethingfornothing.

I'll be on BBC Radio Devon tomorrow morning talking about #dosomethingfornothing. On Monday, we were in #Exeter and Josh...

Posted by Matt Spracklen Photography on Mercoledì 11 novembre 2015