Gatto attacca portalettere, minacciano di sospendere le consegne

Il felino graffia il portalettere, i servizi postali minacciano di interrompere le consegne: scoppia la polemica nel Regno Unito, dove la storia della gatta Bella è diventata nazionale

Pixabay

Passa le sue giornate in modo serafico e pacifico, sonnecchiando vicino alla finestra o tra le braccia dei suoi proprietari. Eppure Bella, una splendida gatta dal manto nero, subisce una vera e propria trasformazione ogni volta che il portalettere si avvicina alla porta di casa. E tra un graffio e un morso di troppo, ora i servizi postali minacciano il proprietario di interrompere le consegne, qualora la questione non venga velocemente risolta.

È quanto accade a Bristol, nel Regno Unito, dove la vicenda della gatta nemica delle poste ha avuto un'enorme rilevanza, tanto da finire in un servizio nazionale della BBC. Ogni volta che un portalettere si avvicina alla porta per infilare la corrispondenza nell'apposita fessura, il gatto si incuriosisce e, con un balzo, si aggrappa con le unghie alle mani del malcapitato di turno. Al momento non si registrano ferite gravi, solo qualche graffio, ma pare che la Royal Mail - l'equivalente inglese delle nostre Poste - abbia avvisato i proprietari del "pericolo potenziale” rappresentato dal felino, un pericolo che potrebbe "influire sulle consegne”.

Matthew Sampson, il proprietario del gatto, ha spiegato come l'animale probabilmente scambi l'arrivo della corrisponenza per un gioco: l'obiettivo non è ovviamente quello di ferire il portalette, bensì di "catturare" le buste che pendono dall'apposita fessura. Per questo, l'uomo ha posizionato una scatola all'estero dell'abitazione, dove potrà essere adagiata la corrispondenza senza conseguenze né artigli affilati. La famiglia, tuttavia, non rinchiuderà la piccola Bella in speciali stanze o recinti appositi, sebbene i servizi postali sembra ne abbiano fatto specifica richiesta.