I sex toys del futuro saranno liquidi

Attraverso supporti gel ripieni di sensori robot collegati a Internet, il futuro dei giocattoli sessuali potrebbe portare a esperienze di sesso virtuale assolutamente realistiche

Pixabay

La nuova frontiera dei giocattoli sessuali potrebbe essere l'elevazione all'ennesima potenza del sesso a distanza. In previsione del futuro, l'evoluzione dei sex toys potrebbe infatti passare da una dimensione al contempo liquida e high tech, con gel “imbottiti” di piccolissimi sensori robot specializzati nel donare un'esperienza di sesso virtuale il più realistica possibile. Per i partner, quindi, non sarà più strettamente necessario condividere lo stesso letto: basterà applicare questa nuova tecnologia gel al proprio corpo, lasciando che siano i sensori robot a trasmettere in tempo reale e reciprocamente, attraverso Internet, i segnali e le emozioni del rapporto.

Ma se per il momento si tratta solo di un futuro previsto e ipotizzato, nel mondo variegato dei giocattoli sessuali non mancano esempi in cui è possibile intravedere il roseo domani del controllo a distanza e della robotica in campo sessuale. È il caso, ad esempio, di un sex toys femminile pensato per essere manovrato attraverso gli input forniti attraverso uno smartwatch Apple.

Insomma, la realtà virtuale sembra destinata ad avere un ruolo sempre maggiore nell'industria degli strumenti sessuali per il piacere personale. Non a caso, secondo il dottor Ian Pearson - autore di “Il futuro del sesso”, rapporto che analizza in lungo e in largo i possibili sviluppi dei rapporti virtuali o robotici - entro una quindicina d'anni la maggior parte delle persone che ad oggi fruiscono di materiale pornografico su internet per soddisfare il loro piacere personale avranno “una qualche forma di esperienza sessuale virtuale”.