Il karaoke porno arriva dal Giappone

Arriva dal Giappone l'evoluzione a luci rosse del karaoke: un'emittente televisiva locale ha lanciato uno show dove i concorrenti, sollecitati sessualmente da una modella, devono concludere un brano prima di raggiungere l'orgasmo

Arriva dal Giappone l'ennesima evoluzione del karaoke, il fenomeno musicale che trova nel Sol Levante i più agguerriti fan. Questa volta, però, le tinte si fanno particolarmente hard e il filmato diventa immediatamente virale. Un'emittente televisiva locale, infatti, ha deciso di declinare il classico karaoke in una versione porno.

Dalla nascita negli anni '80, e il successivo approdo televisivo dieci anni più tardi, la pratica di cantare armati di microfono e parole a schermo è passata per mille rivisitazioni. Mentre negli Stati Uniti sembra essere in voga il cosiddetto "Killer Karaoke”, ovvero uno show dove i concorrenti sono costretti a canticchiare in compagnia di insetti, rettili e altri animali poco rassicuranti, in Giappone si passa all'intrattenimento per adulti. Il titolo della trasmissione potrebbe essere tradotto come "Canta quel che viene" - ma anche "Canta se ci riesci" in alcune varianti - e il regolamento è decisamente sui generis. Il concorrente, armato di microfono e accompagnato da una base musicale, è chiamato a sfoderare tutta la sua prodezza vocale nel mentre di una masturbazione praticata da una modella. L'obiettivo è quello di riuscire a cantare nonostante il piacere provato e, fatto non da poco, evitare di raggiungere l'orgasmo prima del termine del brano, pena la perdita del premio in palio.

Il video di una puntata, rimbalzato rapidamente sui social network e su YouTube, mostra però un intento più comico che sessuale. Le parti intime dei concorrenti sono coperte da un'apposita tendina, mentre l'intera operazione è accompagnata dai commenti delle voci fuori campo e da altrettante risate. Non è la prima volta, tuttavia, che il Giappone propone programmi pseudo-comici a sfondo sessuale. Da Reddit, piattaforma che per prima ha rilanciato la registrazione del karaoke per adulti, si apprende l'esistenza di un format forse ancora più spinto: "Orgasm War". A quanto sembra, una coppia formata da un eterosessuale e un omosessuale si lancia in una sfida sessuale: il premio in palio viene assegnato al primo qualora non raggiunga l'orgasmo, in caso contrario il denaro finirà alla controparte gay.