L'evoluzione del voyeur: uomo spia i vicini con un drone

La segnalazione è arrivata alla polizia da parte di alcuni residenti di un quartiere della città portuale di Anchorage, in Alaska. Nonostante le ricerche, al momento il guardone tecnologico è ancora senza identità

Sono ancora avvolte nel mistero l'identità e le intenzioni del manovratore di un drone particolarmente curioso, avvistato da alcuni residenti di un quartiere della città di Anchorage, la più grande dell'Alaska.

Secondo quanto denunciato alla polizia, il piccolo velivolo è stato visto più volte infatti nelle vicinanze delle case della medesima zona cittadina, una presenza costante che è stata immediatamente segnalata alle forze dell'ordine E, stando almeno ai primi sospetti, sembra che il drone, dotato di una piccola telecamera, si aggiri rasente alle abitazioni con lo scopo preciso di scattare foto o registrare video.

Tuttavia, come hanno specificato gli stessi agenti, benché non manchino segnalazioni continue della presenza del drone voyeur attorno alle case, al momento non è ancora stato possibile intercettarlo o, ovviamente, risalire al suo possessore guardone. Il quale, se mai dovesse essere arrestato, rischia di dover affrontare conseguenze penali non indifferenti: negli Stati Uniti, infatti, è vietato far volare droni nelle vicinanze di residenze private senza uno specifico permesso.

Come ha dichiarato all'emittente televisiva KTUU, una delle vittime del velivolo spione ha spiegato che i primi ad accorgersi della presenza del drone attorno alla propria casa sono stati i figli: “La mia sensazione è che il suo scopo sia quello di volare attorno alle abitazioni per scoprire se all'interno c'è qualcuno o meno”, ha aggiunto la donna. Raccontando, inoltre, di aver provato a seguire con la macchina la rotta del drone, perdendone però le tracce.