Niente sesso stasera, sto messaggiando

Coppie e relazioni vittime della tecnologia e della comunicazione rapida dettata dai social network, spesso così invasiva da interrompere il dialogo e l'interazione dal vivo anche all'interno della camera da letto.

Esiste una forte relazione con tutto ciò che è tecnologico, come smartphone, computere e tablet, l'incredibile passione che l'uomo nutre verso questi mezzi e i suoi gadget spesso mette in secondo piano le relazioni tra simili. Come evidenziato da uno sudio condotto dall'Università di Durham nel Regno Unito il 40% degli interpellati avrebbe sacrificato una notte di sesso e passione per continuare a messaggiare con il cellulare, un terzo avrebbe confessato di aver anche interrotto l'atto per rispondere al telefonino. Questo amore per la tecnologia, al pari di una sudditanza, crea forti spaccature e incapacità comunicative dal vivo. Non è anomalo per una coppia condividere il letto fianco a fianco, ma passare la serata inviando messaggi, navigando in rete o consultando la posta.

Una condizione che crea un forte caos e stress emotivo all'interno del rapporto, incidendo negativamente sull'andamento della relazione. I membri della coppia finiscono per interagire con terzi come se appartenessero a due mondi differenti, tralasciando il dialogo interno alla relazione sentimentale. La tecnologia può risultare utile e positiva per riallacciare contatti con vecchi amici, per stabilire nuove amicizie o interagire con gruppi che possiedono interessi comuni. Esperienze positive e necessarie, ma non tutto ciò che gravita intorno al mondo dei social network può risultare fondamentale per accrescere l'esperienza personale.

Esiste qualcosa di inimitabile e irripetibile come l'alchimia che scatta tra due persone che sono fianco a fianco, che si possono toccare e guardare negli occhi. La confidenza e l'interazione che può nascere solo all'interno di una camera da letto, nell'intimità di un rapporto sessuale e difficilmente replicabile dalla tecnologia. Per questo è importante mettere in pausa i mezzi di comunicazione, concentrando l'attenzione sul dialogo reale del momento. Cercando di separare la virtualità del mondo tecnologico dalla realtà fatta di baci, carezze e parole.