Per non essere arrestata, si offre di baciare l'ano del poliziotto

Una donna ha offerto una speciale tangente a dei poliziotti pur di non essere arrestata: leccare l'ano a chi l'avrebbe portata in carcere per percosse al suo compagno

I poliziotti, ogni giorno, si ritrovano ad affrontare le eventualità più insolite. La natura umana è variegata e, quando ci si trova faccia a faccia con il crimine, può capitare di incorrere in qualche storia che non ci si aspetterebbe mai. Ma probabilmente nessuna è più insolita di quella che la polizia di Monroe, in Alabama, si è ritrovata ad affrontare nei giorni scorsi.

La polizia è infatti intervenuta il 16 maggio scorso per arrestare Diane Thomas, una 52enne del luogo, accusata di percosse sul proprio convivente, che avrebbe ripetutamente preso a pugni. Ma la donna ha offerto una specie di tangente ai poliziotti: niente denaro, ma prestazioni sessuali. Anche la scelta della prestazione è stata insolita: Thomas ha offerto ai poliziotti di leccare il loro ano, se non l'avessero portata in galera, secondo quanto riporta l'Huffington Post. Quindi non si è trattato di una semplice offerta di sesso canonico, ma di una pratica ben più rara.

I poliziotti hanno rifiutato questa particolare tangente e hanno portato la donna presso il Ouachita Correctional Center, dal quale è stata già rimessa in libertà, dietro pagamento della cauzione di 5.000 euro. Adesso su di lei non pesano soltanto le accuse di abusi fisici, ma anche di corruzione ai danni di pubblico ufficiale.