Panetteria usa i grilli al posto della farina

Una panetteria ha deciso di sostituire la classica farina con un macinato di grilli: una scelta alimentare che ha sconvolto i social network

Una panetteria in Finlandia ha deciso di creare pagnotte del tutto alternative, sostituendo la farina classica con quella di grillo, affidandosi così a quello che potrebbe essere il futuro della gastrononiama e del food mondiale. Questa tipologia di pane è da tempo una realtà consolidata per il brand Fazer, che importa la farina di grillo dai Paesi Bassi e la mescola all'impasto, per una panificazione molto particolare. Secondo l'azienda, per ogni pagnotta vengono impiegati circa settanta grilli macinati: il prodotto finale è altamente nutritivo e ricco di acidi grassi, calcio, ferro e vitamina B12.

Grazie alla revoca del divieto di importazione e vendita di insetti da impiegare nel cibo, il pane con farina di grilli è diventato subito una realtà consolidata, inserendosi in un percorso in linea con moltissime culture mondiali. Secondo i dati, ben due miliardi di persone nel mondo si cibano abitualmente di insetti: questa scelta presto farà parte del futuro alimentare globale.

Il pane è altamente proteico - e pare anche delizioso - ma la notizia non ha colpito l'attenzione solo di utenti curiosi o interessati, bensì ha scatenato una reazione mediamente disgustata. I follower dei vari social network sono impalliditi all'idea di un pane a base di farina di grillo, considerando la scelta come orribile. Chi invece ha testato il gusto di questi nuovo panini ha assicurato non sussitano differenze con il prodotto classico: per il momento la produzione verrà ridotta a solo undici negozi della catena, a causa della ridotta disponibilità di farina derivata dall'insetto.