Paura dei ragni? Godi di ottima salute

Secondo la British Columbia University, aver paura nel vedere un ragno è indice di buona salute fisica e di sistema immunitario comportamentale funzionante

La paura dei ragni è tra le fobie più diffuse nella popolazione. Tutti, almeno per un attimo, vivono un momento di spaesamento o di paura, più o meno forte, davanti a questi animaletti e alle loro ragnatele. Qualcuno ne è addirittura terrorizzato, tanto da scappar via a gambe levate appena avvertita la loro presenza.

Una ricerca della British Columbia University dà una lettura dell'aracnofobia: secondo gli studiosi, infatti, lo spavento causato dalla paura dei ragni è indice di salute fisica. Non di eccessiva sensibilità o di codardia, quindi, ma esattamente il contrario: chi, davanti a ragno, fa un balzo indietro in preda al terrore, è in piena forma. I ricercatori, infatti, sostengono che lo spavento davanti alla visione di un ragno venga causato da un meccanismo del sistema immunitario comportamentale che avverte il resto del corpo delle minacce più vicine. Una volta scattato questo meccanismo, ecco che sopraggiunge la paura, che porta ad allontarsi repentinamente dalla ragnatela. A differenza del sistema immunitario regolare, che utilizza cellule per proteggerci contro infezioni e malattie, il sistema immunitario del comportamento utilizza solo una piccola parte di ormoni.

Una magra consolazione, per chi ha questa fobia. Per loro, nel dubbio, meglio star lontani dai ragni.