Pensa di aver vinto 50.000 sterline, sono solo 6

Un inglese ha sognato in grande credendo di aver vinto 50.000 sterline alla lotteria. Dopo poco la delusione: ne aveva vinte solo 6

Vincere alla lotteria è il sogno di tutti quelli che giocano tentando la dea bendata; purtroppo vincere i premi che contano non è semplice e ci si deve accontentare di quelli che sono quasi insignificanti. E questo lo sa bene un uomo di 32 anni che recentemente aveva partecipato alla lotteria nazionale inglese e ha creduto di aver vinto ben 50.000 sterline, ossia poco più di 57.000 euro, ma la realtà era ben diversa.

Dean Smethurst, questo il nome dello sfortunato vincitore, ha fatto controllare il biglietto vincente in suo possesso da una ragazza dello staff di una filiale di Tesco, nel Lancashire, dove era entrato per fare un po' di shopping. Gli è stato detto subito di contattare la società Camelot perché non potevano pagare la vincita: "Tutto il resto del personale mi ha applaudito - racconta - La ricevuta diceva che avevo vinto un premio, che il negozio non sarebbe stato in grado di pagarlo e che avrei dovuto contattare immediatamente Camelot" . A quel punto il giovane ha controllato le condizioni sul sito web e ha letto che soltanto le cifre superiori a 50.000 sterline non vengono pagate direttamente nei negozi.

Dean, dopo aver giocato per sei anni alla lotteria, è corso immediatamente a casa per festeggiare stappando una bottiglia di spumante e ha diffuso la notizia a parenti e amici. Non gli è venuto in mente di controllare i numeri sorteggiati e solo il mattino seguente ha scoperto l'amara verità: la vincita complessiva ammontava a sole 6 sterline, cioè 6,91 euro.

Intevistato, l'uomo ha detto di non aver dormito la notte seguente per la troppa eccitazione e ha iniziato a pensare a come poter spendere quei soldi: in primis ristrutturare casa e, poi, portare la famiglia in vacanza alle Barbados. Poi il giovedì successivo l'amara scoperta; è emerso che, nell'istante in cui Dean ha fatto controllare il biglietto, era in corso la lotteria del mercoledì e, dunque, la ricevuta stampata riportava quella particolare dicitura valida per tutti i tipi di vincita.

Infine, è arrivata anche la conferma di quanto accaduto da un portavoce di Camelot: "In questo caso - ha detto - il giocatore ha tentato di richiedere un premio durante una 'pausa di estrazione', quando le vendite della Lotteria nazionale sono sospese mentre si svolge un'estrazione. Il premio non poteva essere pagato in quel momento - perché il biglietto era ancora entrato in un sorteggio "live" - quindi è stata stampata una ricevuta di convalida. Per chiarire, questo slittamento generico viene utilizzato per una serie di scenari - non è utilizzato esclusivamente per i premi di alto livello".