Un porno per salvare le balene

L'iniziativa, lanciata dal portale Pornhub, continuerà fino alla fine di febbraio. Ogni 2.000 video visualizzati, il colosso dell'intrattenimento a luci rosse donerà un centesimo di dollaro a una organizzazione non-profit

Reuters

Salvare le balene dai cacciatori di frodo, godendo della compagnia di un video a luci rosse e rimanendo comodamente incollati allo schermo del PC? Grazie a Pornhub, colosso dell'intrattenimento on-line per adulti, da oggi è possibile.

In vista della Giornata Mondiale delle Balene, il prossimo 13 febbraio, Pornhub ha deciso infatti di lanciare una campagna benefica a supporto della Moclips Cetelogical Society, organizzazione no-profit con base a Washington, che dal 1969 si occupa della salvaguardia dei giganteschi cetacei. Il meccanismo dell'iniziativa è semplice: ogni 2.000 video visualizzati su Pornhub, il portale donerà alla Moclips Cetelogical Society un centesimo di dollaro. E, a dispetto di quanto possa sembrare, non sono bruscolini.

Se si considerano infatti i numeri da capogiro del traffico giornaliero sul portale per adulti, i fondi raccolti potrebbero raggiungere cifre record. Tanto che in sole 48 ore - la campagna è stata avviata l'8 febbraio e continuerà fino al 29 - il contatore messo a disposizione da Pornhub ha registrato quota 551.211.383 filmati per adulti visualizzati, per un totale di quasi 3.000 dollari. Fondi, questi, che a tali ritmi sono certamente destinati a incrementare significativamente.

Insomma, quella di Pornhub potrebbe rivelarsi un'iniziativa particolarmente efficace. E che le balene, molto probabilmente, approverebbero. “Gli esseri umani non sono gli unici mammiferi che possono avere rapporti sessuali per ragioni diverse dalla procreazione – ha spiegato in proposito il presidente della Moclips Cetelogical Society, Ken Balcomb - I cetacei, come balene, delfini e focene, sono animali sessualmente molto attivi, sviluppando una vita sociale varia e affascinante che va al di là della semplice riproduzione.