Sempre più uomini preferiscono il sonno al sesso

Il matrimonio è la tomba della libido? Secondo un recente studio la colpa non sarebbe delle donne ma degli uomini, più interessati a dormire che a concedersi una notte di passione sotto le lenzuola

Tra libido e sonno, gli uomini preferiscono il riposo: a dirlo è un recente studio che sarebbe riuscito a mettere in luce questo particolare aspetto della popolazione maschile.

I ricercatori dell'Università di Yale avrebbero infatti scoperto che, dopo una notte insonne, gli uomini sarebbero più interessati a dormire e recuperare le ore di sonno perduto anziché concedersi alla passione con la propria metà. Le donne, quindi, si confermerebbero ancora una volta multitasking, ossia capaci anche nel dormiveglia di riaccendere i loro istinti sessuali.

La spiegazione, secondo i ricercatori, arriverebbe dalla natura e in particolare dall’osservazione dei comportamenti adottati dai moscerini della frutta. Gli esperti ritengono infatti che il nostro cervello operi in maniera molto simile a quella dei piccoli insetti, almeno per quanto riguarda l'accoppiamento.

Secondo gli studiosi, inoltre, gli organismi sarebbero in grado di eseguire un’attività per volta. La differenza sostanziale tra gli esemplari maschi e quelli di sesso femminile è che questi ultimi presenterebbero una connessione neuronale che regola l’alternanza tra il sesso e il riposo maggiormente sviluppata rispetto alla controparte.

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, la mancanza di sonno non influirebbe quindi sulla libido delle donne che, anche in situazioni di stanchezza, si rivelerebbero comunque pronte a una notte di sesso con il proprio partner. Posti di fronte a un bivio, sarebbero infatti gli uomini a preferire l'abbraccio del cuscino all’eros poiché incapaci di mediare tra i due istinti primari.

Infine, lo stesso studio avrebbe dimostrato delle nette differenze sulle abitudini legate al sonno. È stato infatti evidenziato che, mentre i maschi alfa tendono a ridurre le ore di riposo tra un amplesso e l’altro, le donne sessualmente attive sarebbero al contrario inclini a un sonno molto più lungo della media degli uomini.