Sente spari e urla dai vicini e chiama la polizia: era The Walking Dead in TV

Spaventato dalle urla e dagli spari provenienti dalla casa dei vicini, un uomo in Montana ha allertato il 911. Ma si trattava solo di una puntata di "The Walking Dead"

È stato probabilmente il volume troppo alto della TV dei vicini di casa ad allarmare domenica sera un uomo di Great Falls, nel Montana, negli Stati Uniti, il quale ha sentito urla e spari provenire dall'abitazione accanto alla propria. Nel panico, l'uomo ha immediatamente richiesto la presenza sul posto delle forze dell'ordine, denunciando al 911, numero per il pronto intervento negli USA, gli spaventosi schiamazzi.

Intervenuti d'urgenza, gli agenti hanno quindi circondato la casa in questione ad armi spianate, preparati al peggio. Tuttavia, seppur pronti ad intervenire, gli uomini della Polizia di Great Falls hanno potuto stabilire che si trattava in realtà di un falso allarme, accorgendosi che le urla e gli spari provenivano da un televisore tenuto a tutto volume, davanti al quale era incollata un'intera famiglia. In seguito all'accaduto, alcuni ufficiali hanno riportato di aver udito chiaramente delle urla e di aver visto una serie di “luci lampeggianti” provenire dalle finestre aperte dall'abitazione.

Nella casa circondata, ad ogni modo, non stava avvenendo alcun efferato delitto. Molto più semplicemente, in TV era trasmessa a volume molto alto la prima puntata della midseason della nota serie televisiva “The Walking Dead”, tratta dall'omonima serie a fumetti e ambientata in un futuro apocalittico in cui la diffusione di un virus permette ai morti di risvegliarsi in una terrificante apoteosi zombie.