Sesso: ecco le paure e le fobie più diffuse

Il sesso può essere fonte di paura, a volte si tratta di timori del tutto irrazionali: ecco quelli più diffusi secondo un recente sondaggio

Non sempre gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere, non almeno quando si fa sesso. Il genere femminile e quello maschile hanno infatti delle paure comuni in camera da letto: a partire dalle primissime fobie, quelle che hanno a che fare con le conseguenze del sesso, ossia le malattie sessualmente trasmissibili oppure una gravidanza indesiderata.

Lo dice una recente ricerca stilata a partire da un sondaggio da Superdrug Online Doctor, un servizio medico del Regno Unito, che ha ascoltato le voci di duemila intervistati, tra uomini e donne, che vivono in Europa e negli Stati Uniti.

Oltre alle gravidanze e alle malattie, sono molte le fobie condivise da entrambi i generi. Tra le tante, la paura di non essere considerati attraenti dal partner, l'incapacità di portare l'altro all'orgasmo, il timore di una performance non soddisfacente, l'imbarazzo del dopo e l'ansia relativa a elementi non controllabili del proprio corpo. Fra questi ultimi, la paura possano sfuggire odori poco gradevoli, la richiesta di una pratica che può far ritenere al partner di avere poca esperienza, la presenza di peli superflui non opportunamente rimossi.

La preoccupazione di essere poco capaci di provocare un orgasmo trova, però, più corrispondenza tra gli uomini, così come in generale l'essere bravi a letto. Le donne, invece, presentano maggiori fobie relative all'eventualità che il compagno faccia qualcosa di non consentito, anche in caso di rifiuto. Inoltre, le donne hanno più paura di non riuscire a donare orgasmo, anziché raggiungerne uno loro stesse.

Anche il proprio corpo è fonte di insicurezze. Oltre ai peli superflui, mentre gli uomini sono in difficoltà con le dimensioni del pene, le donne lo sono con le dimensioni dei propri seni.