Sesso in spiaggia, rischiano 15 anni di carcere

Incredibile caso giudiziario in Florida: Jose Caballero ed Elissa Alvarez rischiano 15 anni di carcere per aver consumato un rapporto sessuale in spiaggia

Rischiano quindici anni di carcere per aver fatto sesso su una spiaggia. È questa l'incredibile storia di due ragazzi americani, protagonisti di un caso che sta appassionando gli Stati Uniti. Jose Caballero, di 40 anni, ed Elissa Alvarez, di 20, sono stati ritenuti colpevoli di comportamenti lascivi e osceni in luogo pubblico per aver consumato un rapporto molto intimo sulla spiaggia di Bradenton Bach, in Florida, lo scorso 20 luglio 2014: la giuria ha impiegato solo 15 minuti per decidere, in camera di consiglio, sulla sorte dei due ragazzi. Il processo, durato circa un giorno e mezzo ma seguito da numerosi giornalisti provenienti da tutto lo stato, ha avuto come momento cruciale la proiezione di un filmato piuttosto inequivocabile, quello in cui si vedono i due impegnati in un rapporto sessuale. Il sito del quotidiano britannico Daily Mirror ha pubblicato parte del video, che dura circa 25 minuti. Nel corso del dibattimento sono anche intervenuti dei testimoni oculari secondo i quali alla scena ad altissimo contenuto erotico avrebbe assistito anche una bambina di tre anni.

Ancora non si sa quando sarà emessa la condanna, ma secondo l'assistente del pubblico ministero Antonio Dafonseca Caballero la pena potrebbe essere più dura rispetto ad Alvarez, avendo precedenti per traffico di droga: in questo senso, l'uomo rischia 15 anni per aver commesso un reato a meno di tre anni di distanza dal precedente. La ragazza, invece, è incensurata. Ronald Kurpiers, avvocato della coppia, ha detto che i due sono «devastati» dal verdetto: la linea difensiva proponeva l'idea che la coppia non stesse copulando, bensì la donna fosse sull'uomo per svegliarlo dopo una pennichella. I loro familiari, parlando con i giornalisti, hanno riferito che il reato commesso non meritava così tanta attenzione mediatica: «Ci sono persone che hanno fatto cose ben più gravi e sono ancora libere», ha commentato la mamma di Caballero.