Sexy shop islamico sbarca alla Mecca

Aprirà alla Mecca il primo negozio erotico per soli musulmani e, come ha spiegato il proprietario, "aiuterà le relazioni intime fra marito e moglie"

Islam e sesso. Un rapporto difficile, tra attenzione per la libertà occidentale e la repressione mediorientale. Alla Mecca, ovvero nella città simbolo e sacra per ogni musulmano, aprirà presto un sexy shop "halal".

Il primo sexy shop islamico, come scrive Dagospia, "è stato aperto in Turchia nel 2013. Inoltre c’è The Hot Crescent ad Amsterdam: le escort sono musulmane, si sottopongono a visita medica ogni due mesi, non bevono alcol, non fanno uso di droga e pregano cinque volte al giorno".

Il fondatore del sexy shop della Mecca è Abdelaziz Aouragh, un musulmano marocchino, che, come scrive Dagospia, "ha prima consultato i religiosi locali per avere il permesso di vendere prodotti che aiuteranno le relazioni intime fra marito e moglie".

Le regole del sexy shop, precisa Aouragh, saranno severissime: "Non venderemo bambole gonfiabili, solo prodotti che migliorano la sessualità della coppia e oggetti che non violano la legge islamica".

Commenti
Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Mar, 21/04/2015 - 13:46

Ho letto tempo fa che i mussulmani sono tra i maggiori fruitori di porno sul web. Qualcuno sa dirmi se la notizia è vera?

Ritratto di bobirons

bobirons

Mar, 21/04/2015 - 15:54

@ Giorgio_Pulici - Non so dirle se sia vera o no. Quello che posso dire é che in A.S., per rendere onore all'ospite straniero, se e quando reputato di tanto rispetto, spesso si proietta, in una villa privata e possibilmente proprietà di qualche sceicco che conti, filmini pornografici, di vari livelli. Ovviamente pubblico esclusivamente maschile. Esperienza personale, non per sentito dire !

gigetto50

Mar, 21/04/2015 - 17:57

.....e anche alcol a fiumi......immagino e sentito dire. Anche le loro donne se viaggiano da sole (vero, non tutte), appena aereo di compagnia non araba decolla da patrio suolo, corrono in toilette a svelarsi. Al rientro e poco prima dell'atterragio, si ricoprono. Stessa cosa anche da e per Iran. Non per sentito dire ma visto personalmente.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mar, 21/04/2015 - 20:19

@ gigetto50 _ la sa la storia dei due arabi seduti ad un tavolo, uno con davanti una limonata, l'altro con una bottiglia di Johnny Walker Blue Label. Domanda: chi dei due é Saudita ? Facile, il secondo ! Poi: una coppia saudita viene in Italia. Io, in A. S. non ho mai incontrato la Signora, anche se il marito mi ha, rispettosamente ed amichevolmente, portato i suoi saluti (nel chiuso del suo ufficio della sua azienda). La Signora portava un paio di pantaloni che faranno poi la gioia del suo ginecologo ed una camicetta così aderente che si potevano contare le pieghe delle rosette.

gigetto50

Mer, 22/04/2015 - 07:50

....si....si...anche nei supermercati laggiu' tentano di strusciarsi contro cercando di parlarti. In questo caso molto meglio scostarsi ed allontanarsi subito. La buoncostume, in divisa e non, é dappertutto.