Si inietta il suo seme per curarsi, finisce in ospedale

Un giovane si sarebbe iniettato sperma per diciotto mesi con l'intenzione di curare un feroce mal di schiena, senza però ottenere i risultati tanto sperati

Un improvviso mal di schiena, dopo aver sollevato un peso metallico, ha spinto un giovane di Dublino in Irlanda a rivolgersi al medico di fiducia. Ma la cura proposta non deve averlo convinto tanto da spingerlo verso un rimedio davvero originale quanto assurdo: iniettarsi il proprio seme nel braccio. E così il 33enne per ben diciotto mesi ha continuato con questa particolare pratica, senza ottenere però il risultato sperato ma favorendo la formazione sottocutanea di un grosso ascesso.

Giunto in ospedale l'uomo ha lamentato un disturbo al braccio con tanto di arrossamento e rigonfiamento, specificando solo in un secondo momento la natura di tale problematica. Il team medico è rimasto sbalordito, come si evince anche dalla relazione medica apparsa sull'Irish Medical Journal. Senza nessun tipo di consiglio o prescrizione medica l'anonimo paziente ha deciso di seguire questa cura, probabilmente ispirata da qualche assurdo e impossibile rimedio carpito in rete.

Dopo aver acquistato ago ipodermico e siringa online ha proseguito con il procedimento fai da te, senza però ottenere nessun benificio o miglioramento. Costretto a rivolgersi all'ospedale più vicino, l'uomo è stato esaminato ed è stata effettuata una lastra al braccio che ha evidenziato la presenza di un edema e un'infezione all'avanbraccio destro. Dopo il ricovero la schiena è migliorata ma l'uomo ha firmato i fogli per la dimissione senza sottoporsi a un accurato drenaggio per liberare la cute dallo sperma accumulato.