Usa, studentesse obbligate a spogliarsi e a subire esami vaginali

La denuncia di alcune ragazze in Florida costrette a fare un esame vaginale nude davanti a professori e compagni. Se si fossero rifiutate avrebbero visto crollare i voti

Per migliare la loro formazione medica le hanno costrette a fare una dimostrazione pratica. Peccato consistesse in un esame vaginale invasivo e spesso doloroso. È la denuncia di due ex studentesse del Valencia College di Orlando, in Florida, e contenuta in una causa federale presentata contro la scuola e tre suoi insegnati.

Durante il corso di ecografia medica sarebbero state costrette ad andare in bagno e spogliarsi completamente. Poi sarebbero state fatte rientrare in aula per subire l'umiliante esame vaginale "provando forte disagio e imbarazzo", secondo quanto si legge nella denuncia. Non solo. “In alcuni casi, lo studente che eseguiva l'ecografia doveva 'stimolare' la volontaria al fine di facilitare l'inserimento della sonda" e i professori si sarebbero lasciati andare a commenti poco consoni in un'aula di un college. Ad una ragazza particolarmente avvenente, infatti, la docente avrebbe detto che era "sexy" e che avrebbe dovuto "fare la escort".

La denuncia, però, sembra non scandalizzare tutti. Carol Traynor, direttore delle pubbliche relazioni per il Valencia College, ha detto che alla scuola non è stata notificata alcuna causa e quindi è ancora in grado di commentare. Ma non ha mancato di ricordare che "l'uso di volontari, tra cui i compagni di classe dei corsi di formazione per ecografia medica è una pratica accettata a livello nazionale e avviene sotto la supervisione di docenti professionisti in un ambiente di laboratorio controllato". Volontari, dunque. Eppure le ragazze che hanno sporto denuncia assicurano che la volontarierà c'era solo nella teoria. Loro, infatti, sarebbero state minacciate di vedersi abbassare i voti nel caso in cui avessero deciso di non partecipare alla "lezione pratica".

E nella denuncia rigettano anche l'idea che fare una dimostrazione del genere in aula fosse necessario per formarsi come buoni medici. Infatti, dicono, gli studenti del college hanno a disposizione dei dispositivi artificiali per fare pratica oppure potrebbero imparare operando su pazienti reali negli ospedali.