In vendita la casa a forma di pene

In Australia è stata messa in vendita la Sherwin House, una lussuosa e moderna villa edificata negli anni '50 nei dintorni di Sydney. Negli anni, però, la casa è stata ribattezza Penis House per la sua planimetria simile ai genitali maschili.

Sherwin House, LJ Hooker

È un'abitazione moderna e lussuosa, quella che ha fatto capolino in questi giorni sul mercato immobiliare australiano, frutto del design architettonico degli anni '50. Eppure non è per i suoi comfort, tra cui una grande piscina, che la costruzione ottiene rilevanza internazionale: la casa sale agli onori della cronaca di mezzo mondo per la sua singolare planimetria, vagamente simile a un pene.

L'edificio si chiama "Sherwin House” ed è stato edificato nel 1958, grazie all'instancabile lavoro dell'architetto australiano Stan Symonds. Immersa nella natura nei pressi di Sydney, la costruzione si caratterizza per delle forme completamentamente arrotondate, quattro camere da letto, un grandissimo soggiorno e una terrazza che ne circonda il perimetro. Vista dall'alto, però, le forme ricorderebbero quelle dei genitali maschili, tanto che negli ultimi decenni i vicini l'hanno ribattezzata Penis House, ma anche Buckingham Phallus.

Sherwin House, LJ Hooker

Sebbene nel progetto originale non vi siano riferimenti espliciti all'organo genitale maschile, gli agenti immobiliari locali ipotizzano si sia trattata di una scelta ironica e intenzionale. Un'idea che sarebbe supportata anche da Phil Vanstone, l'agente oggi incaricato della vendita, che dalle pagine della stampa locale spiegherebbe come tutti i visitatori di sesso maschile ne colgano immediatamente le forme, tra l'imbarazzo delle mogli. Eppure, planimetria a parte, questa villa è uno dei più grandi esempi di design moderno, dove l'architettura si fonde perfettamente con il paesaggio e con un'arredamento rifinito e su misura. Legno, grandi vetrate, rocce a vista: tutto quello che si può desiderare da una casa di lusso, rimasta pressoché immutata dagli anni '50. Non a caso il prezzo di vendita non è alla portata di tutti: si stimano esborsi dagli 800.000 a 1.1 milioni di dollari per ottenerne la proprietà. Al momento, non è dato sapere se qualche acquirente si sia già fatto vivo, ma i media locali scommettono su una vendita entro la fine di aprile.